Scopri cosa vedere a San Marino: una delle più antiche repubbliche del mondo

Benvenuti nell’antica Terra della Libertà!
Questo il messaggio che da il benvenuto a tutti coloro che decidono di fare visita al borgo di San Marino. Un messaggio che segna il confine dall’Italia, che segna l’ingresso in un paese da cui facilmente ci si lascia sedurre. Ha una storia San Marino. Una bella e lunga storia. E noi ve la raccontiamo.
Ufficialmente si chiama la Serenissima Repubblica di San Marino, ma è meglio conosciuta semplicemente come San Marino, la più antica repubblica in Europa.
Geograficamente si trova in Italia, a due passi dalla Riviera Romagnola, al confine con l’Emilia Romagna e le Marche; ma è completamente indipendente, essendo uno stato del tutto autonomo. Qualcuno si starà chiedendo perché raccontiamo di San Marino in un portale che parla di borghi, bè la risposta si trova nel suo meraviglioso centro storico, che con torri e castelli, non può, non rientrare nelle meraviglie da vedere nei borghi italiani.
Scopriamolo insieme!

Cosa vedere a San Marino

  • Il centro storico di San Marino
  • Piazza della Libertà
  • Palazzo Pubblico
  • Cava dei Balestrieri
  • Basilica del Santo
  • Chiesa di San Pietro
  • Le Torri di San Marino
  • Musei di San Marino
  • Le botteghe e i negozi dello shopping

Il centro storico di San Marino

La funivia di San Marino

Oltrepassato il confine si percorre una salitina in auto (circa 10 km) per arrivare al Borgo Maggiore, proprio sulle pendici del Monte Titano. Da questo punto si abbandona l’auto e si gode il borgo a piedi. Con la storica funivia si arriva fin su, nel cuore di San Marino, nella capitale della Repubblica. Qui siamo a circa 750 metri sul livello del mare e una volta scesi dalla funivia la vista è spettacolare: spazia dagli Appennini fino ad arrivare al mare.

Veduta sugli Appennini-San Marino

Tutto il centro storico del borgo sembra custodito dalle sue mura fortificate, e dona a tutti i suoi ospiti un’atmosfera senza tempo. Pare proprio che si sia fermato qui, il tempo, nelle caratteristiche contrade di un’epoca a noi lontana, negli angoli nascosti, nei viottoli da percorrere per raggiungere torri o scorci dalla dalla vista mozzafiato.

Punto panoramico San Marino
Punto panoramico San Marino

Piazza della Libertà

Dalle strade acciottolate si giunge a Piazza della Libertà, la piazza centrale del borgo di San Marino, quella più importante che si è soliti vedere comparire in tutte le foto ricordo, di chiunque sia stato in visita qui. È abbastanza raccolta nella forma di un rettangolo, con al centro la statua della Libertà, da sempre simbolo dell’autonomia di San Marino.  Sullo sfondo svetta il Palazzo Pubblico, mentre un lato del suo rettangolo affaccia sulla sulle colline sottostanti, meravigliose terre del Montefeltro.

Piazza della Libertà di San Marino
Piazza della Libertà di San Marino
La statua della Libertà di San Marino

Palazzo Pubblico

Piazza della Libertà, ospita, bello e raggiante, il Palazzo Pubblico, (sede del Parlamento di San Marino), dove si svolge la vita politica del borgo. È un palazzo in stile neo-gotico, ricostruito nel XIX secolo. Sulla facciata spicca lo Stemma della Repubblica e dei quattro Castelli: Serravalle, Fiorentino, Montegiardino e Faetano. Ma il vero gioiello è nella parte interna, ovvero nell’Aula del Consiglio, che sulla parete di fondo riporta l’opera dell’artista romano Emilio Retrosi. L’opera raffigura l'”Apparizione di San Marino al suo popolo” mentre pronuncia: “Relinquos vos liberos ab utroque nomine” (“vi lascio liberi da ambedue gli uomini“,) riferendosi al Papa e all’Imperatore.

Palazzo Pubblico di San Marino
Palazzo Pubblico di San Marino

Informazioni per la visita

Costi di Ingresso: € 3 intero,  € 1,50 ridotto (per gruppi di almeno 25 persone e gruppi scolastici).

Orari di apertura: 
Dal 02 gennaio al 07 giugno: ore 9.00 – 17.00
Dal 08 giugno al 13 settembre: ore 8.00 – 20.00
Dal 14 settembre al 31 dicembre: ore 9.00 – 17.00

Il museo è chiuso nei giorni: 1 gennaio, pomeriggio del 2 novembre e 25 dicembre

Cava dei Balestrieri

Alle spalle del Palazzo Pubblico, nella parte in basso, troviamo la Cava dei Balestrieri, una cava che fu inaugurata per la prima volta nell’Ottocento con lo scopo di estrarre la pietra, utile per il restauro del Palazzo Pubblico. Successivamente questo spazio è stato impiegato per le gare di balestra, un’arma molto amata dal popolo di San Marino.
Il Corpo di Balestra storicamente era rappresentato da una parte dell’esercito sammarinese. Tutt’oggi ancora ne fanno parte circa ottanta volontari iscritti che ogni anno, il 3 settembre, prendono parte al festival, Il Palio dei Balestrieri. Una festa popolare che vede esibirsi arcieri e tante altre persone in costumi tradizionali per un’atmosfera medievale che ricorda tanto i tempi antichi.

La Cava dei Balestrieri di San Marino
La Cava dei Balestrieri di San Marino

Basilica del Santo

Lasciando alle spalle Piazza delle Libertà, una salita ci accompagna alla Basilica del Santo. Costruita nel 1864 è il più importante edificio sacro del borgo, dove sono riposte le spoglia di San Marino, il fondatore della Repubblica.
La Basilica è in stile neoclassico, con colonne corinzie. Il campanile invece in stile romanico.
All’interno, la Basilica riporta tre navate e sette altari, sotto l’altare maggiore un reliquiario conserva le ossa del Santo.

La Basilica del Santo San Marino
La Basilica del Santo-San Marino

Chiesa di San Pietro

Adiacente la Basilica, si trova la Chiesetta di San Pietro, del XVI secolo, dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità per alcune caratteristiche estetiche inconsuete. L’abside infatti è fatto completamente di roccia viva, sotto il quale sono ricavati due vani, rispettivamente i letti di San Marino e di San Leo, stando a quanto si racconta. Sull’altare maggiore invece troviamo la statua di San Pietro, e nella cripta del 1914, che si trova sotto, erano conservate invece le ossa del Santo. Purtroppo è difficile trovare la chiesetta aperta, e per visitarla occorre contattare il custode della Basilica.

Le Torri di San Marino

Proseguendo per le strade del borgo, tra botteghe e negozi di souvenir, si giunge fino al castello dove ha inizio il “passo della strega”, un sentiero panoramico da mozzare il fiato. Lungo questo percorso si trovano le famose tre Torri, simbolo di San Marino, costruite sulle tre cime del Monte Titano come sistema difensivo per proteggere la propria libertà.

Il "passo delle streghe" di San Marino
Il "passo delle streghe" di San Marino

Torre Guaita

La prima Torre, detta anche Rocca Guaita, fu costruita nel X secolo direttamente sulla pietra del Monte Titano e qui si riparavano gli abitanti durante le persecuzioni.
Nella corte della rocca tutt’oggi sono visibili armi risalenti all’ultima guerra (cannoni e mortai).

Torre Fratta

Sulla seconda cima del Monte Titano, è stata costruita la Torre Fratta, detta anche Castello della Cesta. Fu costruita nell’ XI secolo, ed era la residenza del corpo di guardia. Oggi la Torre è un Museo, il Museo delle Armi Antiche, che conserva oltre 500 oggetti ad uso difensivo appartenente a diverse epoche, a partire dal Medioevo.

Torre del Montale

Infine, la più piccola per dimensioni è la terza torre, ovvero Torre del Montale, costruita nel XIII secolo. Si trova in un’ottima posizione, utile per vedetta, e per questo ha ricoperto un ruolo strategico per la difesa del borgo. Al suo interno si trova una prigione molto profonda, detta appunto “fondo della torre”.

Scorcio mozzafiato San Marino
Scorcio mozzafiato San Marino

I Musei di San Marino

Per chi desidera trascorrere un pomeriggio particolare, consigliamo un bel giro tra i diversi musei che si trovano a San Marino.  Alcuni di questi sono davvero spassosi, da non perdere, insomma.

Il Museo di Stato di San Marino

Sicuramente merita una visita il Museo Storico di Stato, che ha sede nelle stanze del Palazzo Pergami, in piazza Titano. Diviso in quattro grandi aree tra arte e archeologia, oggi conserva più di 5000 pezzi legati alla storia e alla leggenda della Repubblica di San Marino. Per info su orari, biglietti ecc  tel. 0549 883835

Il Museo di San Francesco

Per gli amanti delle pitture non può mancare una visita al Museo di San Francesco, dove sono esposti dipinti del seicento di vari artisti, tra cui Gerolamo Marchesi, Guercino, Niccolò Liberatore e altri. Tutta questa meraviglia si trova nelle sale del chiostro di San Francesco, in via Basilicius. Per info su orari e biglietti tel. 0549 885132.

Il Museo delle Cere

I curiosi si facciano avanti per la visita del Museo delle Cere. Qui si fanno incontri con personaggi illustri della storia di San Marino. Oltre 100 personaggi e 40 scene per una ricostruzione storica davvero interessante. Si trova a via Lapicidi 17, per prenotazioni tel. 0549 992940.

Il Museo delle Curiosità

Se poi siete anche curiosi di sapere chi è la donna più bassa del mondo o di ammirare oggetti eccentrici e strani ma del tutto veri, allora il luogo giusto è una visita al Museo della Curiosità. Qui il divertimento è assicurato, per grandi e piccoli. Si trova a Salita della Rocca 26, per info su orari e biglietti tel. 0549 992437.

Il Museo delle Torture

Solo per i più coraggiosi, infine, non va persa una visita al Museo della Tortura, un luogo davvero “mostruoso” con esemplari risalenti al XVI e XVII secolo. Qui si trovano esposti centinaia di strumenti di dolore e di morte. Da brividi. Si trova in Via Contrada San Francesco, per prenotazioni tel.0549 991215.

Le botteghe e i negozi dello shopping

Un altro buon motivo da aggiungere per visitare San Marino, è sicuramente lo shopping.
Una meta imperdibile per tutti gli amanti degli acquisti. Vestiti, calzature, accessori, elettronica, insomma qui c’è davvero l’imbarazzo della scelta, e la convenienza è di casa, grazie anche al regime fiscale più lieve.
Sono davvero tanti i negozietti e le botteghe in cui perdersi e se si è alla ricerca di oggetti tipici sappiate che qui a San Marino è tipica la ceramica, i merletti, il pizzo e tanto altro.

I prodotti tipici di San Marino

Provare i prodotti tipici di San Marino è sicuramente un “must” di cui non si può fare a meno. Tante le specialità culinarie, punto di forza dell’ospitalità sammarinese.
Tra i primi piatti sicuramente ampio spazio viene dato alle paste fresche, tra cui gli strozzapreti, le tagliatelle, i ravioli e gli gnocchi.
Per i più golosi, da consumare soprattutto d’inverno, vi sono le cotiche di maiale con i fagioli. Non mancano ovviamente i salumi e i formaggi locali, freschi o stagionati, così come la piadina che qui è una vera passione. Olio extravergine di oliva e miele completano poi la cucina tradizionale. Tra i dolci spicca la torta titano e la torta tre monti, il bustrengo e la ciambella. Tra i vini invece eccelle il Brugneto e il Tessano per i rossi, il Biancale e il Roncale per i bianchi fermi.

Hotel a San Marino

Se state cercando un hotel o un B&b a San Marino vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com.