Vietri sul Mare: la "Prima Perla" della Costiera Amalfitana

Vietri sul Mare è la “Prima Perla” che si incontra nel viaggio lungo la splendida Costiera Amalfitana venendo da Salerno. Siamo in Campania, nella costiera più bella del mondo, con il suo tratto di costa che va da Vietri fino a Positano, passando per altri meravigliosi borghi tra cui Cetara, Ravello e tanti altri che meritano assolutamente una visita. Questo piccolo paese costiero, riconosciuto Patrimonio mondiale dall’UNESCO, è conosciuto in tutto il mondo per la sua incantevole ceramica artistica, fabbricata perlomeno dal XVII secolo, e ammirata dal 1992 nel famoso Museo della Ceramica di Vietri. Sul suo centro storico non passa inosservata la maestosa cupola della Chiesa di San Giovanni Battista con le sue splendide maioliche dai colori accesi del giallo e del blu, simbolo riconoscibile di Vietri sul Mare, che visto dall’alto sembra essere come sospeso tra il cielo e il mare.

Pubblicità

Scopriamo insieme tutte le cose da vedere a Vietri sul Mare!

Un pò di storia di Vietri

Alle origini Vietri sul Mare era una cittadina etrusca, l’antica Marcina, successivamente dominata prima dai Sanniti, poi dai Lucani e infine dai Romani, che qui vi realizzarono un punto d’imbarco per le scorte agricole e per il vino prodotto nei territori dell’agro nocerino sarnese.

Ceramica Vietri sul Mare
Ceramica Vietri sul Mare

Cosa vedere a Vietri sul Mare

  • Centro Storico di Vietri sul Mare
  • Duomo di Vietri
  • Arciconfraternita del S.S.Rosario
  • Museo della Ceramica di Vietri
  • Marina di Vietri
  • Spiagge di Vietri sul Mare
  • Dintorni di Vietri sul Mare

Centro Storico Vietri sul Mare

Il Corso di Vietri sul Mare
Il Corso di Vietri sul Mare

La nostra visita alla scoperta di Vietri sul Mare inizia dal centro storico, e precisamente dal corso principale di Vietri, Via Umberto I, che percorre tutto il paese compresi i due splendidi belvederi. Questo è il posto adatto per ammirare mattonelle, vasi, piatti e ceramiche di ogni genere esposte dalla numerose botteghe che si incontrano ad ogni angolo di Vietri sul Mare. I laboratori vietresi hanno origini antichissime e sfornano prodotti di ogni genere dai tipici colori mediterranei; entrare in questi posti e curiosare tra i vari oggetti esposti è come entrare in un turbinio di colori che rianima la fantasia. Oltre alla ceramica qui è possibile trovare anche le famose “pezze di Positano”, dei tessuti colorati in stile provenzale conosciuti in tutto il mondo, e insieme a questi non possono mancare, infine, sandali di ogni genere rigorosamente fatti a mano.

Belvedere Vietri sul Mare
Belvedere Vietri sul Mare
Fabbrica Solimene Vietri sul Mare
Fabbrica Solimene Vietri sul Mare

Proseguendo, dalla Villa Comunale di Vietri e dalla famosa fabbrica di Solimene, si affacciano lungo il centro storico, diversi palazzi dalle belle ed eleganti facciate, ci si inoltra così in ombrose stradine costeggiate da piccole case dai tetti in cotto, per arrivare infine a Piazza Duomo, dove incontriamo la Chiesa di San Giovanni Battista.

Centro Storico Vietri sul Mare
Centro Storico Vietri sul Mare

Duomo di Vietri

Siamo arrivati nel punto più alto del centro storico di Vietri sul Mare, per visitare il Duomo di Vietri, la chiesa di San Giovanni Battista, quella con la famosa cupola maiolicata che svetta dall’alto del paese. Questa chiesa fu costruita nel X secolo come chiesa privata, e ricostruito successivamente dopo essere stata distrutta dai saraceni. L’edificio così come la vediamo oggi, risale al XVII secolo, con una pianta a croce latina e il campanile proiettato sul lato sinistro rispetto alla facciata, opera di Matteo Vitale.

Duomo di Vietri sul Mare
Duomo di Vietri sul Mare

La porta d’ingresso è delimitata da due colonne di tufo mentre nella parte alta vi è inserita la figura del santo patrono Giovanni Battista dipinto su ceramica con lo sfondo di Vietri. Anche gli altari all’interno della chiesa sono tutti decorati da maioliche e ceramiche ad esclusione dell’altare maggiore decorato con marmi. Al suo interno conserva tra le tante cose, una pala d’altare raffigurante la Vergine insieme con San Giovanni e Santa Irene e un pregiato polittico rappresentante la Madonna nell’atto di allattare Gesù Bambino, eseguito dalla bottega del Sabatini.

Via San Giovanni Vietri sul Mare
Via San Giovanni Vietri sul Mare

Arciconfraternita del S.S.Rosario

Proprio accanto al Duomo di Vietri, incontriamo l’Arciconfraternita della Santissima Annunziata e del Santissimo Rosario, la più antica della città di Vietri sul Mare. Questo edifice, risale infatti al ‘600 ed è abbellito esternamente con delle belle ceramiche dipinte, mentre l’interno è interamente affrescato con dipinti del XVIII secolo.

Arciconfraternita Vietri sul Mare
Arciconfraternita Vietri sul Mare

Museo Provinciale della Ceramica

Vietri sul Mare è senza dubbio la capitale delle ceramiche artigianali, una vera industria famosa in tutto il mondo già ai tempi del Medioevo. La storia di Vietri e della sua ceramica è in parte conservata nell’Abbazia della Santissima Trinità di Cava dei Tirreni, dove nel suo museo sono esposte maioliche appartenenti al XV e XVI secolo. La maggior parte delle opere preziose realizzate da artigiani e artisti sono conservate invece nel Museo della Ceramica Vietrese collocato nella Torretta Belvedere di Villa Guariglia, che tra l’altro fu la residenza del re Vittorio Emanuele III nel 1943. Il Museo delle Ceramiche di Vietri è stato fondato nel 1992 e presenta una disposizione che si rifà agli aspetti tematici e cronologici divisi in tre settori:

  1. nel primo sono conservati oggetti di carattere spirituale, di ordine religioso e devozionale, come le acquasantiere o targhe votive appartenenti al XVII secolo;
  2. nel secondo settore si incontrano invece oggetti materiali di uso quotidiano, come ad esempio vasellame appartenente all’Ottocento;
  3. nel terzo comparto invece sono esposte opere del “periodo tedesco” che vide affluire numerosi artisti provenienti da tutto il mondo che hanno collaborato con gli italiani o con gli stessi vietresi.

Nella zona dove è collocata la Biblioteca del Museo è possibile consultare i testi relativi alle più importanti collezioni di ceramica moderna, oltre che a tutte le pubblicazioni promosse proprio dal Museo. Nella zona dell’Auditorium è invece possibile assistere a delle proiezioni relative al periodo tedesco. Negli ultimi anni il Museo di Vietri ha messo in atto un’opera di ampliamento con l’acquisizione delle collezioni Di Marino, Camponi, Dolker, Di Martino e tanti altri che con le numerose e pregiate opere contribuiscono a ridefinire sempre più questa struttura che mira a diventare una grande realtà di riferimento per il sud Italia.

Orari e ingressi Museo della Ceramica Vietri

Il Museo della Ceramica di Vietri si trova all’interno della Villa Guariglia  sita in Via Nuova Raito – 84019 Raito di Vietri sul Mare (SA) ed è aperto nei seguenti giorni ed orari:

Da martedì a sabato dalle ore 9:00 alle ore 15:00;
la domenica dalle 9:00 alle 13:00.
Chiuso il lunedì.
Ingresso gratuito.

Per ulteriori informazioni telefonare al seguente recapito: +39 089 211 835

Marina di Vietri

Scndendo dalla parte alta del paese, si arriva al mare, alla Marina di Vietri. L’origine della Marina di Vietri ha una storia non tanto felice da raccontare. In pratica nel 1954 Vietri fu colpita da una forte alluvione che provocò col tempo l’avanzamento della spiaggia di circa 100 metri, dando vita così ad un fondo sabbioso che prima non c’era. Si tratta quindi della spiaggia più recente di Vietri, nonché la più frequentata soprattutto d’estate, presa letteralmente d’assalto da turisti e abitanti. Questo tratto di arenile è diviso in due dal fiume Bonea, quindi da una parte del fiume si trovano diversi stabilimenti balneari che offrono numerosi servizi, mentre dall’altra parte il tratto di spiaggia è completamente libero. Da qui inoltre partono diverse compagnie che offrono numerosi tour per il giro della Costiera Amalfitana.

Marina di Vietri
Marina di Vietri

Spiagge di Vietri sul Mare

Oltre alla cosiddetta spiaggia di paese, ovvero “Marina di Vietri” che abbiamo appena citato, a Vietri sul Mare ci sono anche altre spiagge, spesso meno conosciute dove trovare acqua cristallina. Nel tratto che va da Vietri a Cetara si susseguono circa 6 spiagge che quasi sempre si raggiungono però solo via mare. Tra le altre invece, raggiungibili anche via terra ricordiamo:

  • la spiaggia di Baia che è la prima spiaggia che si incontra provenendo da Salerno. Si tratta di una delle poche marine con fondo sabbioso, lunga circa 400 metri. Ovviamente per la sua vicinanza al porto e alla città di Salerno non è una delle migliori come limpidezza d’acqua, ma è semplice da raggiungere sia con l’auto che con i mezzi pubblici, e dispone inoltre di numerosi lidi balneari attrezzati;
  • la spiaggia Crespella si incontra prima della Baia di Salerno, chiamata così per la sua torre Crespella del Cinquecento che conferisce alla spiaggia una vista ancora più caratteristica. Qui vi aspettando 120 metri di arenile occupati sia da un lido attrezzato che dalla spiaggia libera. Alla Spiaggia della Crespella si può arrivare a piedi da Vietri sul Mare, prendendo un comodo bus dal centro del paese o seguendo una discesa con le apposite indicazioni;
  • la Marina di Albori è invece la spiaggia principale di Albori, frazione di Vietri, tra l’altro uno dei borghi più belli d’Italia che vale la pena visitare. Qui, non lontano dal centro, si trova un’acqua davvero cristallina; si può arrivare imboccando la strada statale che da Vietri arriva a Cetara, scendendo delle scale che si incontrano non distanti dal cuore del paese.
Spiagge di Vietri sul Mare

I "due fratelli" di Vietri sul Mare

Oltre alle ceramiche e alle maioliche, un altro simbolo di Vietri sul Mare sono due famosi scoglioni, conosciuti meglio come “i due fratelli”di Vietri. Si tratta di due grossi scogli stagliati in mezzo al mare pressoché identici e per questo motivo chiamati fratelli. Relativamente alla nascita di questi due scogli ruotano due leggende diverse che vogliamo raccontare.

La prima leggenda, molto romantica, ci giunge dai greci e narra che mentre due pastori pascolavano il loro gregge, videro una fanciulla nuotare in acqua; di colpo, si scatenò un enorme tempesta, perciò i due si scaraventarono in mare per poterla salvare ma entrambi annegarono. La ragazza, figlia del dio del mare, Poseidone, rimase in vita e il padre per onorare il sacrificio dei due ragazzi trasformò i loro corpi nei due scogli che oggi vediamo.

La seconda leggenda racconta un episodio più mitico, ovvero l’assedio da parte dei saraceni per conquistare la città di Salerno. In questo scontro seguirono mesi di guerra che si conclusero solo con un duello finale tra due avversari: il conte Umfredo dei Landolfi per i salernitani, e il principe Rajan per i saraceni. I due condottieri combatterono ardentemente finché stanchi decisero di riposarsi qualche istante su degli scogli; la loro pesante armatura, però, li catapultò in mare. Destinati ad affogare, si resero conto improvvisamente di avere lo stesso stemma sulla propria corazza, scoprendo così, poco prima di morire, che erano in realtà due fratelli. In loro onore gli scogli dove si appoggiarono furono chiamati “I Due Fratelli”.

Cosa mangiare a Vietri sul Mare

Data la sua splendida posizione a picco sul mare, non ci meraviglia che a Vietri sul Mare si gustano diversi piatti a base di pesce fresco, tra questi da provare sono i cosiddetti “piscitielli è criatur” ai frutti di mare, un’insolita parmigiana di alici ma anche i paccheri con vongole e patate. Tipici sono, però, anche piatti dell’entroterra, come la famosa milza imbottita con prezzemolo, peperoncino e menta che viene cotta nell’olio e nell’aceto o ancora il soffritto di frattaglie di bue. Sicuramente due piatti da provare! Assaggiate anche la focaccia vietrese, e la mozzarella di bufala della vicina Agerola. Un prodotto tipico del paese inoltre è il famoso limone Costa d’Amalfi IGP, niente a che vedere con un classico limone che possiamo trovare ovunque. Questi qua hanno un profumo intenso, un cuore morbido e tanto succo; per le sue caratteristiche viene utilizzato non solo come condimento, ma sopratutto per il famoso limoncello, meloncello e fragoncello e tante diverse pietanze sia dolci che salate.

Vietri e dintorni

A pochissimi chilometri da Vietri sul Mare si incontra il pittoresco paesino di Cetara, antico borgo di pescatori conosciuto per la produzione di tonno e per le sue famose alici di Cetara che con la sua spiaggia raccolta rappresenta un altro gioiello della meravigliosa Costiera.
Un’altra gemma della Costiera Amalfitana che si incontrano lungo il viaggio è poi Ravello a 350 metri di altezza, famoso per la sua splendida Villa Rufolo con uno dei giardini più belli d’Italia e Villa Cimbrone dal belvedere mozzafiato.

Villa Rufolo - Ravello
Villa Rufolo - Ravello

DINTORNI DI VIETRI SUL MARE