Scopri cosa vedere a Sermoneta: il borgo che ha una vera terrazza sulla pianura Pontina e sulla Via Appia

Sermoneta è uno dei borghi più affascinanti della provincia di Latina, che sorge a circa 600 metri dal livello del mare.
Le curve della Via Appia che man mano portano su al borgo di Sermoneta, offrono al visitatore uno scenario così ampio, così vasto, da essere già degno della sua visita.

Il borgo di Sermoneta ha origini molto antiche, un tempo si chiamava Sulmo ed era un paese attrattivo già in epoca pre-romana per la sua posizione, poi ha fatto la sua fortuna grazia alla famiglia Caetani che ne ha preso possesso.
Il borgo conserva oggi parte dell’antica cinta muraria con le torri difensive e il castello che gli donano ancora tutto il fascino e l’incanto di quella che doveva essere l’era medioevale.
Il castello è per eccellenza la struttura più antica per la difesa del paese, ai suoi piedi, poi man mano si è sviluppato il resto dell’abitato.

Cosa vedere nel borgo di Sermoneta

  • Le vie del centro di Sermoneta
  • La Loggia dei Mercanti
  • Il Belvedere di Sermoneta
  • La Chiesa di San Michele Arcangelo
  • Il Castello Caetani di Sermoneta
  • L’antica Sinagoga di Sermoneta
  • Cattedrale di Santa Maria Assunta
  • Giardini di Ninfa

Le vie del centro di Sermoneta

Le stradine del centro storico di Sermoneta
Le stradine del centro storico di Sermoneta

Una piacevole passeggiata conduce alla scoperta del borgo di Sermoneta, delle sue stradine, di questo villaggio fatto di piccole case completamente in pietra, finestre con cornici, bifore di ogni tipo, vicoletti stretti, gradoni e tanti punti panoramici.

La Loggia dei Mercanti

La Loggia dei Mercanti di Sermoneta
La Loggia dei Mercanti di Sermoneta

La Loggia dei Mercanti, che si incontro poco dopo Corso Garibaldi, con le sue arcate a tutto sesto è sicuramente uno degli scorci più affascinanti. Fu costruita nel 1446 per essere la sede del comune e degli affari commerciali. Si racconta che da questi balconi si è affacciato il grande Troisi durante le riprese del celebre “Non ci resta che Piangere” e forse questa parentesi cinematografica fa di questa Loggia un posto ancora più suggestivo. In realtà, la loggia del film non è questa anche se molte scene sono state girate per le stradine di Sermoneta. Oggi la Loggia dei Mercanti è sede della pro-loco e di diversi eventi.

La Loggia dei Mercanti di Sermoneta
La Loggia dei Mercanti di Sermoneta

Il Belvedere di Sermoneta

Proseguiamo “borgando” per Via Del Rione Vecchio, una pittoresca viuzza stretta che ci conduce alla famosa Salita delle Scalette: un vasto spazio fatto di gradoni incluso tra le case sempre più arroccate. E’ bella la vista da qua, in alto, sullo sfondo quasi come se ti stesse spiando, compare il castello. E voltando le spalle al vecchio maniero, un’altra vista si apre davanti ai nostri occhi: il belvedere di Sermoneta, lo sguardo questa volto lo riserviamo completamente all’area dell’agro pontino, che verde, immenso, si estende sotto di noi.

La Salita delle Scalette a Sermoneta
La Salita delle Scalette a Sermoneta

La Chiesa di San Michele Arcangelo

Dal Belvedere, scendendo verso Via della Valle, si arriva in una zona meno centrale del borgo che porta alla più antica chiesetta di Sermoneta, la Chiesa di San Michele Arcangelo, una struttura del 1100 che con la sua cripta di dipinti quattrocenteschi è un vero gioiellino artistico che vale la pena di vedere.

La chiesa è attualmente chiusa ma può essere visitata contattando la Pro Loco di Sermoneta al numero 0773/30312.

Il Castello Caetani di Sermoneta

Il Castello Caetani di Sermoneta
Il Castello Caetani di Sermoneta

A questo punto si può decidere di risalire per la stessa strada (Via Della Valle) e stavolta imboccare i gradoni di Via delle Scalette per arrivare su e far visita al vecchio proprietario di casa: il Castello del borgo di Sermoneta!

Il Castello di Sermoneta è stato costruito nel XIII sec. dagli Annibaldi per poi diventare di proprietà della famiglia Caetani nel 1297 a cui tuttora appartiene.
Da più ponti levatoi si fa ingresso al castello, per arrivare alla Piazza d’Armi e alla torre centrale “il maschio” che ha di fronte una torre di più modeste dimensioni, “il maschietto”. Un tempo questo grande cortile era luogo di incontri dei militari, oggi uno spazio che ospita concerti ed eventi. La visita prosegue poi nell’ambiente abitativo, tra le stanze del maniero dove si incontrano eleganti arredi e diversi affreschi.

L'antica sinagoga di Sermoneta

Un esempio di abitazione interessante da ammirare, proseguendo la nostra camminata per
le vie del borgo è quello di una casa-torre risalente al XII-XIII secolo, ha una grande arco a piano terra, mentre in altro è aperta da una bifora. Oggi è diventata la sinagoga di Sermoneta e la trovate a Via Guglielmo Marconi. Noi dalla sua finestra abbiamo trovato una graziosa fanciulla assorta a guardare la strada, e per un attimo abbiamo immaginato come potesse essere il tempo di una dama del medioevo, in quel tempo così lontano.

La Cattedrale di Santa Maria Assunta

Oltre al Castello Caetani, non può mancare nella nostra passeggiata una visita alla Cattedrale di Santa Maria Assunta. Il Duomo del XII secolo colpisce per il suo campanile stile gotico-romanico a più piani e aperto da bifore; al suo interno si trova una pala raffigurante la Madonna con in grembo Sermoneta.

La Cattedrale di Sermoneta
La Cattedrale di Sermoneta

I giardini di Ninfa

Per chi ha più tempo a disposizione assolutamente da non perdere è una visita ai Giardini di Ninfa, che come il Castello anch’essi sono di proprietà della famiglia Caetani. Poco distante dal borgo di Sermoneta, si tratta di un luogo meraviglioso: un giardino inglese costruito recentemente nell’area della vecchia città di Ninfa, distrutta, e di cui oggi si ammirano solo pochi ruderi.

Ma prima di raggiungerli informatevi al link di seguito per verificare eventuali chiusure
https://www.giardinodininfa.eu/

I Giardini di Ninfa a Sermoneta
I Giardini di Ninfa a Sermoneta