Scopri cosa vedere nel borgo di Bagno Vignoni: un borgo con una vasca di acqua termale

In una delle più affascinanti valli al mondo, la Val d’Orcia, nel cuore della Toscana, sorge un piccolo borgo dal carattere unico e irresistibile, accompagnato da dolci colline e nobili cipressi.
È il borgo di Bagno Vignoni, una frazione di San Quirico d’Orcia, poco distante da Siena, sulla storica Via Cassia.
Figlio delle terre toscane, ma diverso da tutti gli altri. Ha un rapporto profondo con l’acqua, con le sue sorgenti che hanno attirato a se viaggiatori da ogni parte e in ogni tempo.

Cosa vedere nel borgo di Bagno Vignoni

  • Piazza delle Sorgenti
  • Il Parco dei Mulini
  • Le ex terme libere di Bagno Vignoni
  • Il centro storico
  • La Chiesa di San Giovanni

Piazza delle Sorgenti

Piazza delle Sorgenti Bagno Vignoni
Piazza delle Sorgenti Bagno Vignoni

Il cuore del borgo di Bagno Vignoni è la sua piazza, piazza delle Sorgenti, un’enorme vasca di acqua termale posta proprio nel centro, che sgorga ad una temperatura che resta fedele ai 52°, regalando un’atmosfera fuori dal tempo. È una vasca medievale costruita nel 1500, e tutto intorno è circondata da edifici rinascimentali che rendono la piazza distinta, pregevole.

Non si sentono più le voci dei rampolli toscani che durante le villeggiature venivano ospitati qui, nei palazzi e nelle logge, ma l’atmosfera non si smentisce e sembra essere la stessa, d’altri tempi, soprattutto se ci immergiamo a piccoli passi nel silenzio delle sere, quando le luci calano e tutto si offusca dal vapore dell’acqua.
È pura magia!

La vasca termale di Bagno Vignoni
La vasca termale di Bagno Vignoni
Bagno Vignoni
Il borgo di Bagno Vignoni

Il rifugio di Santa Caterina e Lorenzo De Medici

L’acqua da sempre è la ricchezza del borgo di Bagno Vignoni. La sua attività termale fu sfruttata già ai tempi degli etruschi e poi dei romani, e resa famosa, successivamente, dal flusso di pellegrini che viaggiava lungo la Via Francigena.

Nel corso dei secoli poi, delle sue acque hanno goduto anche diversi personaggi illustri.

Prima fra tutti Santa Caterina da Siena, che scelse questo luogo per ritirarsi in preghiera proprio sul loggiato addossato alla vasca e dedicato all’omonima santa, o Papa Pio II che si fece costruire una residenza estiva che tutt’oggi affaccia in piazza, o ancora Lorenzo De Medici, “Il Magnifico”, che amava ritirarsi nel borgo di Bagno Vignoni per poter studiare e godere di tutti gli effetti curativi e di relax.

Oggi purtroppo non è pensabile immergersi nella vasca in piazza come si faceva un tempo, pertanto, per godersi un bagno in queste acque ci si può recare nello storico stabilimento termale Santa Caterina, che si trova proprio alle spalle della piazza, oppure in uno dei centri benessere che si trovano a circa 200 metri dal borgo, dove vengono offerti tanti altri servizi curativi.

Il Parco dei Mulini

L’acqua termale che sgorga nella vasca in piazza, alimenta, inoltre, quattro mulini medievali databili al XIII secolo scavati interamente nella roccia e solo recentemente restaurati. Questi mulini fanno parte del complesso del Parco dei Mulini, visitabile liberamente seguendo la cartellonistica lungo la strada.

Le ex terme libere di Bagno Vignoni

Alla fine del percorso che si intraprende per la visita del Parco dei Mulini,
si trova una vasca d’acqua rettangolare, un tempo erano le terme libere di Bagno Vignoni. Oggi è vietata la balneazione anche se non ci sono cartelli che lo indicano;
ma in ogni caso l’acqua che si trova in questo punto è alquanto tiepida e nei dintorni non vi sono servizi di alcun tipo.

Il centro storico di Bagno Vignoni

Il centro storico di Bagno Vignoni
Il centro storico di Bagno Vignoni

Sono circa 30 gli abitanti cha abitano il borgo di Bagno Vignoni.
Tutto sembra intatto: il suo centro storico, i suoi vicoletti con le case in pietra, i balconi fioriti, le locande che offrono cucina locale, le botteghe artigiane sparse qua e la.

Non è difficile innamorarsi del borgo di Bagno Vignoni!

Le botteghe di Bagno Vignoni
Botteghe artigiane a Bagno Vignoni
Locande di Bagno Vignoni
Locande di Bagno Vignoni

La Chiesa di San Giovanni

La Chiesa di San Giovanni si trova nella piazza di Bagno Vignoni, a ridosso della vasca termale. Ha un esterno a capanna che non presenta grosse peculiarità ma piuttosto semplice e umile. L’interno presenta un’unica navata con un altare stile barocco, e conserva un dipinto raffigurante Santa Caterina da Siena con Bagno Vignoni sullo sfondo. Il 24 giugno di ogni anno si festeggia San Giovanni, e per l’occasione si svolge un rituale proprio intorno alla vasca.

Prodotti tipici di Bagno Vignoni

Oltre l’acqua, anche il cibo qui, a Bagno Vignoni, è protagonista. Tanti i prodotti locali da degustare, tra cui l’olio d’oliva, il vino senese, il Brunello, il Chianti, l’Orcia ma anche il vin santo da degustare con i cantuccini e altre prelibatezze. E poi ci sono i salumi e i formaggi che in questa terra, proprio non possono mancare, come il salame di cinghiale o il famoso pecorino di Pienza.

Hotel a Bagno Vignoni

Se state cercando un hotel o un B&b a Bagno Vignoni vi consigliamo di scegliere tra quelli offerti da Booking.com.