Scopri cosa vedere a Monteriggioni: una cinta muraria intatta, 15 torri, tre strade e una larga piazza

Adagiato su una delle colline della Montagnola Senese, l’incantevole borgo di Monteriggioni se ne sta là, quasi silenzioso, senza disturbare nessuno.
Racchiuso nella sua cinta muraria sin dalle origini, sembra quasi un’immagine perfetta, priva di qualsiasi errore.

Siamo nella bella Toscana, in provincia di Siena, sulla cima di una collina da cui si vede la Via Cassia. Qui fu costruito il Castello di Monteriggioni, su questa terra che originariamente era sede di un’antica fattoria, Montis Regis. Furono i senesi a costruirlo tra il 1214  e il 1219, con lo scopo, evidentemente, di difendersi dai nemici fiorentini, da sempre rivali.

Se lo si vede dall’alto, diventa più chiaro il ruolo predominante di Monteriggioni, questo enorme castello duecentesco che spicca nel bel mezzo della campagna, nella sua splendida cornice circolare che somiglia tanto ad una corona.

Monteriggioni visto dall'alto - foto di Betti

Cosa vedere a Monteriggioni

  • Piazza Roma di Monteriggioni
  • Chiesa di Santa Maria Assunta
  • Museo delle Armi e delle Armature di Monteriggioni
  • La Cinta Muraria di Monteriggioni
  • Il Camminamento di Ronda
  • La Festa Medievale di Monteriggioni

Piazza Roma di Monteriggioni

Tutto inizia da una porta. Qui ce ne sono due, una apre verso Siena (Porta Franca o Porta Romea), l’altra verso Firenze (Porta San Giovanni o Fiorentina).

Apriamo dunque la Porta Franca ed entriamo nella meravigliosa Piazza del Castello di Monteriggioni, una delle piccole piazze più belle di tutta la Toscana.
L’ingresso è sorprendente. Un ampio spazio dinanzi a noi fa godere la vista.
Il cuore pulsante del borgo di Monteriggioni, il suo nucleo.

Oggi come un tempo, intorno alla piazza si trovano ancora giardini e orti, utili al popolo soprattutto in passato, in caso di persecuzioni. Un tempo questa piazza non aveva l’attuale pavimentazione, ma era completamente sterrata. Quella che vediamo oggi è stata rivestita solo negli anni settanta con pietre delle cave di Rosia.

Questo enorme rettangolo, che è la Piazza di Monteriggioni, ospita la Chiesa di Santa Maria Assunta, il Museo delle Armi di Monteriggioni, l’Ufficio Turistico del paese, abitazioni basse in pietra, e sparse qua e là, locande e osterie che deliziano i palati dei pellegrini in visita a questa terra.

Piazza di Monteriggioni
La Piazza di Moneriggioni - Di Hibiscus81 / Shutterstock.com

La Chiesa di Santa Maria Assunta

Su uno dei lati della Piazza di Monteriggioni, guarda la piccola chiesa del borgo: la Chiesa di Santa Maria Assunta, antica proprio quanto Monteriggioni.
Fu costruita dal 1213 nella forma romanico-gotico e si presenta tutt’oggi in un aspetto molto semplice ed umile. All’esterno ha un campanile del XVIII secolo, mentre all’interno tutela un dipinto del XVII secolo raffigurante la Madonna del Rosario.

Museo delle Armi e delle Armature di Monteriggioni

Il Museo “Monteriggioni in Armi”, si trova anch’esso nel centro della Piazza di Monteriggioni, e merita sicuramente una visita se si vuole compiere una piacevole esperienza indietro nel tempo.

Al suo interno infatti è possibile ammirare armi e armature dei tempi del medioevo e del rinascimento, oltre a diversi veicoli utilizzati durante gli assedi che hanno contrassegnato la storia di questa fortezza. In alcuni spazi del museo, inoltre, l’esperienza si fa più autentica; è possibile, infatti, maneggiare alcune armi, o provare addosso delle vere armature, provando per qualche istante l’ebbrezza di sentirsi un vero guerriero, pronto a schierarsi per difendere il proprio paese.

Informazioni per la visita

Per gli orari di apertura e i costi del biglietto, consigliamo di rivolgersi direttamente alla pro loco di Monteriggioni ai seguenti contatti: tel: 0577/304834.

La Cinta Muraria di Monteriggioni

Monteriggioni è un borgo rimasto praticamente intatto, che ha saputo ben conservare tutti i suoi averi da quando è stato fondato.
La Cinta Muraria di Monteriggioni, unica nel suo genere, si sviluppa lungo un perimetro circolare di 570 metri. Un cerchio definito meglio dalle sue 15 torri che svettano dalla collina, originariamente a difese delle sue abitazioni. Colpirono anche il sommo poeta Dante queste maestose torri, tanto da trovare posto in un canto del suo inferno, mentre intento a raccontare del borgo:

“[…] però che, come in su la cerchia tonda
Monteriggion di torri si corona,
così la proda che ‘l pozzo circonda
torregiavan di mezza la persona
li orribili giganti, cui minaccia
Giove del cielo ancora quando tona”

Dante Alighieri, Inferno, canto XXXI, lines 40-45

Cinta Muraria Monteriggioni
La Cinta Muraria di Monteriggioni - foto di Betti

Il Camminamento di Ronda

Per godere appieno della vista di Monteriggioni e delle valli circostanti consigliamo inoltre di percorrere il Camminamento sulle Mura del Castello, proprio sopra la Cinta Muraria. Percorrere i due tratti di questo antico Camminamento di Ronda, è un’esperienza davvero affascinante che consente di esplorare l’intero perimetro e godere di panorami davvero mozzafiato.

Informazioni per la visita

Per gli orari di apertura e i costi del biglietto, consigliamo di rivolgersi direttamente alla pro loco di Monteriggioni ai seguenti contatti: tel: 0577/304834.

Vista di Monteriggioni
Vista di Monteriggioni - foto di Migliorini

La Festa Medievale di Monteriggioni

Ogni anno, nel mese di luglio, torna la Festa Medievale di Monteriggioni, oggi alla sua XVIII edizione.
“Monteriggioni di Torri si Corona” oramai è un vero rito e in quei giorni trasforma ogni suo abitante in uno specifico personaggio vestito con abiti d’epoca. Frati, monaci, soldati, mercanti e tanti altri diventano i protagonisti di questa suggestiva trasfigurazione temporale.

Informazioni per la visita

Per info su date e biglietti consigliamo di consultare direttamente l’ente organizzatore:

http://www.monteriggionimedievale.com/la-festa/

Prodotti tipici di Monteriggioni

Nelle colline del Chianti, non può non fare da padrone sulle tavole toscane il buon Chianti Classico DOCG e il Chianti Colli Senesi DOCG. Ma anche il Vin Santo qui, fa la sua parte. Altro primato viene dato all’olio extra vergine di oliva, una produzione che ha origini molto antiche e tuttora fedele alla tradizione contadina.

A seguire formaggi, salumi, miele, grappa e zafferano; ma queste sono solo alcune delle tante prelibatezze di questa terra.

Il Borgo di Monteriggioni - foto di Migliorini

Tour a Monteriggioni

Vuoi vivere un’esperienza indimenticabile? Scegli e prenota subito un tour a Monteriggioni!