Sirmione sul lago di Garda

Senza ombra di dubbio, Sirmione è uno dei borghi più incantevoli del lago di Garda. Siamo in Lombardia, in provincia di Brescia, e ci troviamo su una sottile penisola che si distende per circa 4 chilometri nel bel mezzo del lago di Garda. Una posizione pittoresca straordinaria, da cui è possibile ammirare il paesaggio da entrambe le rive, prima di immergersi nel suo centro storico, fino alla punta del promontorio. D’altronde, l’origine del suo nome spiega questa caratteristica molto chiaramente: Sirmione deriva dal termine “syrma”, che vuol dire appunto “coda”, e pare faccia riferimento proprio al suo particolare aspetto geografico.

Pubblicità

Trova un hotel o un Bed and Breakfast a Sirmione

Amata per le sue bellezze naturali e storiche, Sirmione è famosa sopratutto per la generosità delle sue acque. Le terme di Sirmione hanno attirato personaggi illustri già nell’antichità e tutt’oggi attirano, ogni anno, migliaia di visitatori. Non ci resta che scoprire tutte le cose da vedere a Sirmione, la perla del lago di Garda.

Cosa vedere a Sirmione

  • Rocca Scaligera di Sirmione
  • Chiesa di Sant’Anna
  • Centro storico di Sirmione
  • Chiesa Santa Maria Maggiore
  • Grotte di Catullo
  • Terme di Sirmione
  • Sentiero del Ponale

Rocca Scaligera di Sirmione

Rocca Scaligera di Sirmione
Rocca Scaligera di Sirmione

La prima cosa che si incontra prima di scoprire il centro storico, è l’imponente Castello di Sirmione, che marca l’accesso in città. La Rocca Scaligera con il suo ponte levatoio, le sue mura di cinta e la darsena intorno, rende il centro di Sirmione una sorta di isoletta pedonale, staccata dalla terraferma. Si tratta di uno dei castelli che meglio si conservano in Italia, costruito nel XIII secolo da Mastino I della Scala, un signore di Verona, con l’obiettivo di difesa e di attracco per la flotta scaligera.
Nei secoli, il Castello di Sirmione ha subito una serie di modifiche, tra cui l’aggiunta dei cortili ed un’ulteriore fortificazione per migliorare le sue difese. Nel 1405 quando Sirmione fu dominata dalla Repubblica di Venezia, probabilmente venne realizzata la darsena che oggi vediamo, anche se si pensa che, forse, una darsena scaligera già c’era.

La darsena del Castello di Sirmione
La darsena del Castello di Sirmione

La prima immagine del Castello di Sirmione che ci viene incontro è quella delle sue massicce mura e delle tre torri caratterizzate da una merlatura a coda di rondine. Subito dopo compare il mastio alto circa 47 metri, il più alto delle torri, su cui è possibile salire fino in cima tramite scale in legno e godere di una vista strepitosa sul lago di Garda. In una parte interna della Rocca Scaligera, è stata realizzata, invece, una piccola mostra che con dei pannelli ricostruisce la storia del castello di Sirmione.

Orari di apertura e prezzi del biglietto della Rocca Scaligera di Sirmione
La Rocca Scaligere è visitabile da martedì a sabato dalle ore 8.30-19.30;
la Domenica dalle ore 8.30-13.30.
Prezzo del biglietto: Intero: € 5,00. Ridotto: € 2,50

Sirmione vista dalla Rocca Scaligera
Sirmione vista dalla Rocca Scaligera

Chiesa Sant'Anna di Sirmione

Usciti dal Castello di Sirmione, si nota, proprio di fronte, una chiesetta che invita ad entrare. Si tratta della chiesa Sant’Anna, una piccola e graziosa chiesa del 1300 che si trova proprio all’inizio del centro storico di Sirmione. L’edificio della chiesa appoggia su una parte delle mura della Rocca Scaligera, inglobando anche alcuni merli difensivi. Un tempo questa chiesa era denominata Madonna del Ponte ed era una semplice cappella che serviva alle guardie in servizio. Il suo interno è un piccolo scrigno: una piccola abside è ricoperta con volta a crociera, mentre il resto del corpo della navata, con una volta a botte. Conserva i resti di un ciclo di affreschi datati al XVII secolo e varie decorazioni ornamentali di stile barocco.

Centro Storico di Sirmione

Centro storico di Sirmione
Centro storico di Sirmione

Dopo aver visitato la Rocca Scaligera, ci si ritrova nel centro storico di Sirmione che si distende sull’incantevole lembo di terra dell’omonima penisola. Ci si ritrova così in un intrico di stradine colorate dove si incontrano scorci mozzafiato ad ogni angolo del paese. Numerose sono le botteghe artigiane e i negozi di souvenir che invogliano i più curiosi ad entrare per portare a casa un ricordo. E numerose sono anche le gelaterie. Fateci caso. Per quanto è piccolo, il centro storico di Sirmione, ha un numero davvero notevole di gelaterie, quasi una per ogni tratto di strada, e questo, non può che rallegrare i palati dei più golosi. C’è l’imbarazzo della scelta e ovviamente ce n’è per tutti i gusti e formati. Dopo una golosa pausa gelato, che qui è obbligatoria, si può decidere di imboccare la strada che corre verso il lago, e dileguarsi dalla folla che invade le stradine di Sirmione, quasi ad ogni stagione. Un ambiente sicuramente più romantico e tranquillo, con una vista sul lago di Garda davvero straordinaria.

Gelaterie di Sirmione
Gelaterie di Sirmione

Chiesa Santa Maria Maggiore di Sirmione

Sempre in giro tra i vicoli di Sirmione, si incontra la Chiesa di Santa Maria Maggiore, la chiesa patronale di Sirmione, conosciuta anche come Santa Maria delle Neve. Il suo edificio è preceduto da un elegante porticato di cinque arcate; qui, un tempo, sorgeva l’antico cimitero proprio di fianco la chiesa, e tutt’ora è possibile vedere ancora l’iscrizione di alcune tombe sul pavimento. Altra cosa da vedere, sempre nel porticato, sono le sue colonne; l’ultima sulla sinistra è, infatti, una pietra miliare dedicata all’imperatore Giuliano l’Apostata, vissuto nel IV secolo d.C. La chiesa di Santa Maria Maggiore appartiene al XV secolo, e lo confermano i resti degli affreschi che si trovano al suo interno, datati agli inizi del ‘500. L’interno ha un’unica navata con abside poligonale, mentre gli altari sono ben cinque. Oltre agli affreschi all’interno si conserva anche la statua di una madonna lignea appartenente allo stesso periodo.

Grotte di Catullo

Grotte di Catullo
Grotte di Catullo

“Con quale gioia e felicità ti rivedo
Sirmione, gioiello delle penisole e delle isole,
fra tutte quelle che il duplice Nettuno accoglie nei
chiari laghi e nei vasti mari!”

Catullo, A Sirmione

Dal centro storico di Sirmione ci dirigiamo verso la punta della penisola per scoprire altre cose da vedere a Sirmione. In questa posizione d’eccezione incontriamo le meravigliose Grotte di Catullo.

Le Grotte di Catullo conservano i resti di una delle più grandi ville romane che si siano mai avute nel nord Italia. La villa fu costruita nel I secolo d.C e durante gli scavi avvenuti nel ‘400 sono state ritrovate strutture appartenenti al I secolo a.C. Il nome “Grotte di Catullo”, le fu attribuito proprio durante quegli scavi, periodo in cui furono riscoperte le liriche di Catullo, che cantando la bellezza di quei luoghi, hanno suggerito il collegamento della villa al grande poeta. Ad oggi, però non ci sono elementi certi per identificare la villa come la casa di Gaio Valerio Catullo, anche perché la villa, oggi visibile, è successiva alla morte del poeta.
Ma da allora il sito archeologico continua a portare il suo nome.

Le Grotte di Catullo ricoprono un’area di circa 2 ettari e sono circondate da un uliveto di circa 1.500 piante. Originariamente la struttura della villa era formata da tre piani con una serie di terrazze panoramiche su entrambe le rive del lago. La parte centrale dell’edificio era completamente aperta, e ricopriva una porzione di 4.000 metri quadri, si trattava evidentemente del giardino della villa, con ai lati un porticato e nella parte interna aiuole e viali. Con delle scale era possibile invece scendere nella parte inferiore, presumibilmente destinata agli ambienti di servizio, oltre che per accedere direttamente alla spiaggia.

Giardino Grotte Catullo
Giardino Grotte Catullo

Orari e prezzi Grotte di Catullo di Sirmione

Le Grotte di Catullo sono raggiungibili a piedi attraverso un percorso che parte dal centro storico, della durata di 1 chilometro, percorribile in 20 minuti. Durante il periodo estivo si possono raggiungere anche salendo a bordo di un trenino a pagamento che parte dalle Terme di Catullo fino all’ingresso dell’area archeologica.

L’area archeologica delle Grotte di Catullo è aperta tutti i giorni, tranne il lunedì, dalle ore 8:30 alle 19:30. La domenica e i giorni festivi, invece, la struttura è aperta dalle 8:30 alle 14:00.

-Costo intero del biglietto: €6,00;
-ridotto €3,00 (per i giovani dai 18 ai 25);
-gratuito per i ragazzi fino ai 18 anni e per tutti la prima domenica di ogni mese.

Trenino Grotte Catullo
Trenino Grotte Catullo

Terme di Sirmione

Dopo aver scoperto le cose da vedere a Sirmione, chi ha più tempo, potrebbe passare alle cose da fare a Sirmione, come ad esempio andare alle terme. Per chi non lo sapesse, Sirmione è una rinomata località termale, famosissima sin dai tempi antichi per le sue preziosissime acque, impiegate per il trattamento e la cura di diverse patologie oltre che per trattamenti di bellezza, nonché per il recupero del benessere psicofisico.

Trova un hotel o un Bed and Breakfast a Sirmione

Centro Benessere Termale Aquaria

Centro Benessere Termale Aquaria
Centro Benessere Termale Aquaria

Quando si pensa alle Terme di Sirmione inevitabilmente si pensa al centro benessere termale Aquaria, uno dei migliori stabilimenti termali d’Italia. L’ospite fisso di Aquaria è l’acqua termale che sgorga ad una temperatura tra i 34 e i 36 °, che attira ogni anno migliaia di visitatori grazie alle sue proprietà benefiche. Un mix unico tra la tecnologia e le componenti naturali, quali l’acqua, il fango, il clima; tutto racchiuso in un ambiente che non ha eguali. Il centro Aquaria è immerso in parco di oltre 10.000 mq che si affaccia direttamente sulle acque del lago di Garda. Piscine, vasche idromassaggio, saune finlandesi, docce cromatiche e tantissime varietà di trattamenti è quello che si trova in questa meravigliosa oasi di benessere. Un luogo unico per ricaricare il corpo e la mente. Assolutamente una cosa da fare a Sirmione, prima di salutare questa bella cittadina.

Orari di apertura Terme di Sirmione:
Estate
Domenica, Lunedì, Martedì, Mercoledì: 09:00 – 22:00
Giovedì : 11:00 – 24:00
Venerdì e Sabato : 09:00 – 24:00

Inverno
Orario Invernale : 09.30 – 17.00
Orario Estivo : 09.30 – 19.00

Cosa mangiare a Sirmione

È risaputo che il re per eccellenza di Sirmione, come d’altronde di tutto il lago di Garda, è il pesce di lago. Sono davvero tantissime le specie di pesce dolce che si trovano a Sirmione, tra cui il carpione, il luccio, la trota, il coregone. Tra i piatti di Sirmione da non perdere sono sicuramente le tagliatelle con trote e asparagi, il carpaccio di trota, bigoli e sarde, risotto con tinca e tante altre specialità che si possono gustare nelle numerose trattorie o ristoranti che si incontrano a Sirmione.